Star Wars il Risveglio della Forza: ancora notizie dal web

Di

Forse dovremmo inaugurare una vera e propria rubrica e chiamarla magari ‘The Chalmun’s Cantina’, per chi non bazzica la saga di Star Wars, il bar di Mos Eisley in cui c’è una scena epica con Han Solo. Dovremmo chiamare così questo piccolo appuntamento perché in ogni locanda, cantina o taverna che si rispetti girano voci ed è proprio quelle voci che stiamo raccogliendo per tutti voi, amanti di Star Wars il Risveglio della Forza.

Questa volta la nostra attenzione si è posata innanzi tutto sulla strana coppia in copertina, quello peloso e il contrabbandiere, Chewbacca e Han Solo. Così la nostra rassegna di rumors comincia:

  1. Nel pezzettino di teaser che li coinvolge, si sente: “Chewie… siamo a casa” è la semplice, ma emblematica frase che dice Han. Il Wookie ha in mano la sua arma, segno che c’era un pericolo e quello che vedono, lo hanno già visto. I rumors suggeriscono che sia proprio un recupero del Millennium Falcon con cui poi compiranno una rocambolesca fuga. Emotivamente proprio quella frase ha permesso a milioni di spettatori in tutto il mondo, di ottenere quella bellissima sensazione di aver rivisto un amico che non vedeva da trent’anni, quindi ora siamo un po’ tutti a casa.
  2. I ribelli ora sono ufficialmente “The Resistance” mentre l’Impero o parte di esso si è trasformato in “The First Order”. J.J. Abrams ha  dichiarato che alla fine i ribelli hanno solamente vinto una battaglia. Sono riusciti a sferrare un brutto colpo all’impero, ma questo esiste e si trasforma. Cibo per il pensiero.
  3. Stormtroopers e astronavi hanno forme diverse per un motivo. L’impero ha fatto un piccolo upgrade tecnologico, il quale ha portato alla modifica di armi e armature. Da ricordare che il loro esercito non è quasi più fatto di cloni, anche questo avrà la sua influenza. Per quanto riguarda le astronavi, restate calmi, c’è solo una modifica di design fatta dagli uomini di J.J. Abrams, più o meno come ha reinterpretato la nave Enterprise di Star Trek.

Continueremo a inviare droidi in tutta la galassia del web, ancora a caccia di notizie.

BB-8