NBC ci propone le novità per la prossima stagione televisiva

Di

Prossimo articolo: »
nbc

L’emittente americana NBC ha fatto parecchio parlare di se in questi giorni. Dopo queste settimane si è capito che la rete voglia dare una svolta a tutto il suo sistema di programmazione, quindi, ha deciso di cancellare molte serie per far spazio alle nuove.

Si preannuncia un’annata ottima per i fan di questa emittente che si ritrova a proporre ben 16 nuovi serial televisivi nell’arco del prossimo anno televisivo, un grande numero che da speranza, una sorta di nuovo inizio per cercare di arrivare più a fondo e far percepire maggiormente la propria presenza a tutti i telespettatori.

Con questo articolo volevamo portarvi all’attenzione di tutte le mosse che sono sono state compiute in questi giorni e, ovviamente, mostrarvi i nomi (e qualche trailer) dei nuovi serial che solcheranno le televisioni americane l’anno prossimo.

Serie Confermate

About a Boy, Stagione 2
Chicago Fire, Stagione 3
Chicago P.D., Stagione 2
Grimm, Stagione 4
Hannibal, Stagione 3
Law & Order: Unità Speciale, Stagione 16
Parenthood, Stagione 6
Parks and Recreation, Stagione 7
The Blacklist, Stagione 2

Serie Cancellate/Terminate

Believe, Stagione 1
Community, Stagione 5
Crisis, Stagione 1
Dracula, Stagione 1
Growing Up Fisher, Stagione 1
Ironside, Stagione 1
Revolution, Stagione 2
Sean Saves the World, Stagione 1
The Michael J. Fox Show, Stagione 1
Welcome to the Family, Stagione 1

Nuovi Show

A to Z

Questa è la storia dalla A alla Z di Andrew (Ben FeldmanMad Men) e Zelda (Cristin MiliotiHow I Met Your Mother), la coppia che ancora non era e tutto quello che è accaduto dal giorno del loro incontro. Andrew è sempre stato segretamente un ragazzo romantico, che sogna di trovare “quella giusta”. Lui la immagina esattamente come quella bellezza scintillante che quella notte di due anni fa vide in quel vestito argentato a quel concerto. Zelda, essendo cresciuta con una mamma hippie convinta che l’universo avrebbe provveduto a tutto, si è ribellata diventando un efficace avvocato che preferisce il controllo degli appuntamenti online. Ma quando un errore del computer le trova un abbinamento completamente sbagliato, lei chiede di avere un colloquio con il servizio d’incontri online dove lavora Andrew, ed è qui che tutto comincia. Andrew e Zelda si incontrano per la prima volta e, nonostante le differenze, scoppia la scintilla. Lei pensa sia una questione di probabilità. Lui di destino. O meglio, è convinto che lei sia la ragazza scintillante nell’abito argentato. Il vero amore è per sempre o solo una deviazione nel destino? Gli alti e bassi della storia di Andrew e Zelda lo chiariranno. Dalla produttrice esecutiva Rashida Jones (Parks and Recreation) una nuova commedia sul mondo degli appuntamenti di oggi.

A.D.

Questa miniserie evento riprende da dove il grande successo La Bibbia si era fermata, proseguendo la più grande storia mai raccontata ed esplorando gli eventi emozionanti e stimolanti che seguirono la crocifissione di Cristo. Come tutti sanno, questa fu solo l’inizio della storia. Subito dopo, la morte di Gesù ebbe un impatto enorme sulle vite dei suoi discepoli, sua madre Maria e i maggiori leader politici e religiosi dell’epoca, cambiando completamente il mondo in un istante. Ecco come i discepoli lottarono per sopravvivere e condividere il loro sapere, guidandoci dal dolore del sacrificio di Cristo alla meraviglia della Risurrezione e oltre. Dai produttori esecutivi Roma Downey e Mark Burnett un edificante viaggio spirituale attraverso i capitoli successivi della storia biblica.

Allegiance

Alex O’Connor (Gavin Stenhouse), un idealista e giovane analista della CIA specializzato in questioni russe, s’imbatte in un segreto sconvolgente, con la sua ricca e affiatata famiglia destinata a finire in pezzi, quando scopre che i suoi genitori, Mark (Scott Cohen,Terapia d’urto) e Katya (Hope DavisThe Newsroom), sono spie sovietiche da decenni dormienti, ora riattivare dal Cremlino per pianificare un’azione terroristica all’interno dei confini statunitensi che metterà in ginocchio l’America. Anni fa, la russa Katya fu scelta dal KGB per reclutare l’uomo d’affari americano Mark O’Connor come spia, ma i due finirono con l’innamorarsi. Un patto fu siglato: fintanto Katya fosse rimasta una risorsa per la Russia e avrebbe acconsentito a essere chiamata in futuro, le sarebbe stato concesso di sposare Mark e rimanere in America. Dopo anni negli Stati Uniti e una vita felice senza una parola da Mosca, pensavano di esserne ormai fuori. Ma sembra invece che la nuova Madre Russia abbia ancora una missione: trasformare Alex in una spia. Per i due genitori angosciati non c’è altra soluzione: tradire il loro Paese… o mettere a rischio la loro famiglia. Basata su un format israeliano, dal regista e sceneggiatore de I guardiani del destino un thriller al cardiopalma che trasforma l’ambiente domestico nel territorio del nemico.

Aquarius

È il 1967, l’era dell’amore libero, della sperimentazione delle droghe e del Vietnam. Quando la figlia adolescente di un rispettato avvocato scompare, il sergente della polizia di Los Angeles Sam Hodiak (David DuchovnyCalifornicationX-Files) comincia a indagare, scoprendo ben presto che i giovani hippie non vedono di buon occhio i poliziotti, specie chi come lui porta i capelli corti. Bisognoso dell’aiuto di qualcuno di cui fidarsi, Hodiak fa coppia con il ribelle poliziotto in incognito Brian Shafe. Non passa molto tempo prima che i due s’imbattano nel leader di una setta in cerca di donne vulnerabili da far unire alla sua causa. Mentre tengono d’occhio l’uomo, Hodiak e Shafe scoprono un giro di droghe, sesso, omicidi e rivoluzione culturale. Poco potevano sapere, tuttavia, che colui cui stavano dando la caccia sarebbe diventato l’assassino oggi conosciuto come Charles Manson. Un’anima persa la quale voleva disperatamente entrare nella scena musicale degli anni ’60, finché qualcosa in lui scattò.

Bad Judge

Nessuna scusa, nessuna giustificazione, nessun compromesso. Lo spirito libero Rebecca Wright (Kate WalshGrey’s AnatomyPrivate Practice) sa come divertirsi, ma lei è anche uno dei più duri e rispettati giudici della corte penale di Los Angeles. È famosa per avere un comportamento poco ortodosso in aula, incluse alcune condanne particolarmente creative, e per non avere problemi a dire esattamente ciò che pensa. La sua vita privata, invece, è tutt’altro che disciplinata. Le piace fare festa e suonare in una band con la sua migliore amica Jenny (Arden MyrinMADtv). Sebbene non manchino stuoli di ammiratori che desidererebbero trascorrere del tempo con lei, non è pronta a sistemarsi… tranne quando un bambino di 8 anni – i cui genitori sono stati messi in prigione da Rebecca – ha bisogno del suo aiuto. E potrebbe essere proprio lui l’unico in grado di addomesticare questo “cattivo” giudice. Dai produttori esecutivi Will Ferrell e Adam McKay (Anchorman: La leggenda di Ron Burgundy) una nuova comedy sexy su un giudice che gioca costantemente con le sue stesse decisioni.
Resto del cast: John Ducey, Mather Zickel (House of Lies), Tone Bell (Whitney), Miguel Sandoval (Medium).

Constantine

Basata sulla popolarissima serie a fumetti Hellblazer di DC Comics, l’abile cacciatore di demoni e maestro dell’occulto John Constantine (Matt Ryan) è specializzato nel dare all’inferno… l’inferno. Armato di una grande conoscenza delle arti oscure e di un’indole estremamente dispettosa, Constantine sta combattendo la guerra giusta, o almeno così crede. Con la sua anima già dannata all’inferno, lui ha deciso di lasciarsi alle spalle la vita del (finto) buon samaritano. Ma quando i demoni mirano a Liv (Lucy GriffithsTrue Blood), la figlia di un suo vecchio amico, Constantine è trascinato suo malgrado nella mischia, di nuovo, e farà di tutto per salvarla. Poco dopo si scopre che la “seconda vista” di Liv, un’abilità che le permette di vedere oltre il nostro mondo e prevedere gli eventi soprannaturali, rappresenta una minaccia per un nuovo, misterioso male che sta crescendo nell’ombra, e che lei non è la sola ad avere bisogno di protezione. Insieme, Constantine e Liv devono usare il potere di lei e lo spirito di avventuriero di lui per trovare i demoni che minacciano il nostro mondo e rispedirli da dove vengono. Dopo di che, chi lo sa… forse c’è ancora speranza per lui e la sua anima. Dal produttore esecutivo David S. Goyer (Batman Begins) e dal regista Neil Marshall (Il Trono di Spade) un nuovo thriller dark che dimostra come combattere il male sia un mestiere infernale.

Emerald City

Alla disperata ricerca di indizi sull’identità della madre biologica, una giovane donna finisce in una sinistra struttura sotterranea situata da qualche parte nel Midwest. Impossibilitata a completare la sua missione e circondata dalla sicurezza, la nostra grintosa eroina ruba un cane poliziotto e si allontana nella notte, finendo dritta nel percorso di un tornado. In un batter d’occhio, la ragazza è trasportata in un altro mondo, lontano dal nostro. Una terra mistica di regni in competizione, letali guerrieri, magia nera e una sanguinosa battaglia per la supremazia. È la favolosa Terra di Oz, un mondo che non aveva mai visto prima, dove le streghe malvagie non restano morte a lungo e la ventenne Dorothy Gale si trasforma in una testarda guerriera la quale tiene in pugno il destino dei regni. Questo non è più quel Kansas, e questo non è l’Oz dei racconti di vostra nonna. Dal produttore esecutivo di Terminator: The Sarah Connor ChroniclesJosh FriedmanEmerald City, un’epica rivisitazione dark dei mondi creati da L. Frank Baum, basata sui suoi 14 romanzi della serie Oz.

Heroes Reborn

Nel settembre del 2006, Heroes si presentò al mondo diventando un fenomeno globale. Per quattro stagioni piene di suspense e ricche d’azione, questa storia accattivante di persone comuni le quali scoprono di possedere abilità sovrumane, e il loro ruolo nell’imminente battaglia finale tra bene e male, ipnotizzò il pubblico in un modo che nessun altro show aveva fatto, conquistando un pubblico fedele e una serie di premi e nomination agli EmmyGolden Globe ePeople’s Choice Awards, tra gli altri. Fin dalla prima trasmissione, l’universo e i miti di Heroes si sono evoluti in un modo che nessuno avrebbe potuto immaginare. Ora, l’epica saga riprende vita per una nuova generazione in Heroes Reborn. Rivitalizzata, ri-energizzata e rigenerata,Heroes prosegue la sua storia con personaggi nuovi e conosciuti le cui vite collidono nella battaglia epica e senza fine per la salvezza.

Marry Me

Sei anni fa, Annie e Jake si sono avvicinati grazie al loro reciproco amore per i nacho, e da allora non si sono più lasciati. Ora, di ritorno da una vacanza romantica di due settimane su un’isola, Jake (Ken MarinoChildrens Hospital) sente di essere pronto per la grande proposta, ma prima di farsi avanti, Annie (Casey WilsonHappy Endings) perde la pazienza per l’incapacità di lui d’impegnarsi. Con la proposta rovinata e non volendo trascorrere i prossimi sessant’anni discutendone, Jake e Annie decidono di mettere in pausa il fidanzamento fino a quando non potranno farlo nel modo giusto. Ma, come la storia c’insegna, è proprio quando cerchiamo di fare andare le cose nel modo giusto che quelle tendono ad andare male. L’unica cosa che possiamo dire con certezza è che questi due sono destinati a stare insieme, che riescano a farlo unitamente oppure no. Da David Caspe, l’ideatore di Happy Endings, e Seth Gordon, il regista di Come ammazzare il capo… e vivere felici, una nuova, fresca commedia romantica sulla strada divertente e spesso accidentata verso il “Lo voglio”.

Mission Control

Houston, abbiamo un problema! La Dott.ssa Mary Kendricks (Krysten RitterNon fidarti della str**** dell’interno 23) è un ingegnere aerospaziale difficile ma brillante, leader di un team di scienziati della NASA all’avanguardia nell’esplorazione spaziale. C’è solo un problema, sono gli anni ’60 e lei è una donna. Frequentare il ridicolo club maschile di astronauti e ingegneri nerd non è un’impresa facile, ma lei è pronta per la sfida… fino a quando il suo capo non l’affianca a Tom (Tommy DeweyThe Mindy Project), un ex pilota collaudatore abile ma maschilista, con il quale co-guidare la squadra. Il fatto che lui inizialmente la scambi erroneamente per una segretaria non aiuta. Tra Tom, il suo fidanzato astronauta Cash e l’eccentrico team tutto al maschile, Mary sicuramente ha le mani impegnate, ma, alla fine della giornata, tutti vogliano la stessa cosa: portare l’uomo sulla Luna. Anche se servirà una donna per riuscirci. Dai produttori esecutivi Will Ferrell e Adam McKay una comedy sul posto di lavoro – con i toni di Anchorman: La leggenda di Ron Burgundy – sull’epoca d’oro dell’ingegno americano e dei viaggi nello spazio… ammesso si riesca a farli stare insieme.

Mr. Robinson

Come cantante e tastierista di una rock band, Craig (Craig RobinsonThe Office) sa una cosa o due su come lavorarsi la folla. Ma lavorare alla luce del sole è tutta un’altra cosa. Ogni artista in difficoltà sa che bisogna pagare le bollette mentre si aspetta la grande occasione. Così, quando Craig si ritrova a corto di denaro, accetta un impiego come supplente. Qualcosa di semplice, apparentemente. Inserire un DVD nel lettore, abbassare le luci e recuperare il sonno perduto la notte prima. Ma quando si accorge che i ragazzi pensano che la sua classe sia una “A” facile, lui si sente motivato a dare di più ai suoi studenti. La musica è la sua passione e non lascerà che qualcuno la prenda alla leggera. La preside (Jean SmartSamantha chi?) è convinta che le regole siano fatte per essere rigorosamente rispettate. Lei non è una fan del metodo d’insegnamento poco ortodosso di Craig, né della sua cotta per l’insegnante d’inglese. Se vuole mantenere il posto, conquistare la ragazza e insegnare a questi giovani le gioie della musica, Craig dovrà mettersi d’impegno, rimettersi in forma e godersi il rock. Dal produttore esecutivo Howard Klein la storia di un insegnante che sta per imparare una lezione.

Odyssey

In questo drama stile Traffic, una cospirazione internazionale esplode quando le vite di tre sconosciuti – una soldatessa, un avvocato aziendale e un attivista politico – collidono in modo inaspettato. Quando un gruppo di soldati americani si scontra con alcuni jihadisti in Nordafrica, sono scioccati di scoprire che uno degli uomini uccisi sia un uomo di punta di Al Qaeda. Il sergente Odelle Ballard (Anna FrielPushing Daisies), un soldato, madre, moglie e unica donna dell’unità, scopre alcuni file su un computer i quali suggeriscono che una grande società statunitense stia finanziando i jihadisti. Tuttavia, prima che possa dirlo a qualcuno, la sua squadra è attaccata mortalmente. I notiziari sostengono che l’unità non esista più, ma la verità è che Odelle è sopravvissuta ed è l’unica testimone dell’assassino della sua unità per mano delle Forze Speciali statunitensi. A New York, l’ex procuratore Peter Decker (Peter FacinelliNurse Jackie) lavora a una fusione per la stessa società che stava dando soldi ai jihadisti. Nel frattempo, Harrison Walters (Jake RobinsonThe Carrie Diaries), un giovane e idealista attivista politico, incontra un hacker il quale sostiene di aver scoperto una gigantesca cospirazione militare/industriale. L’unico modo che questi ragazzi hanno per salvare il loro Paese, le loro famiglie e se stessi è unire le forze e scoprire chi si stia nascondendo dietro tutto questo. Dal regista Peter Horton (Grey’s Anatomy) un viaggio complesso attraverso la politica estera, i segreti militari e tre sconosciuti i quali hanno una sola cosa in comune… la verità.

One Big Happy

I migliori amici Lizzy, una lesbica con una personalità di tipo A, e Luke, eterosessuale e più rilassato, sono come una famiglia. Quand’erano bambini ed entrambi i loro genitori stavano divorziando, restarono uniti e, da allora, ci sono sempre stati l’una per l’altro. Ora, cresciuti e ancora single, Lizzy (Elisha CuthbertHappy Endings) e Luke (Nick Zano2 Broke Girls) hanno deciso di crearsi una propria famiglia. No, non in quel modo (ci sono limiti che non supererebbero mai). Parliamo di quel concepimento poco romantico che implica andare nello studio di un dottore. Poi, una notte, dopo l’ennesimo tentativo fallito, i due si trascinano in un bar per sbollire la rabbia. Ed è qui che Luke incontra Prudence (Kelly BrookSmallville), uno spirito libero che ha in programma di tornare nella sua Gran Bretagna entro pochi giorni. Lizzy non è una sua ammiratrice, sentimento che potrebbe avere a che fare con la vola in cui la vide danzare nuda per il loro appartamento, mentre Luke ne è ammaliato e sente di dover trascorrere con lei fino all’ultimo minuto del poco tempo che hanno per stare insieme. Ma proprio quando Lizzy scopre di essere incinta, Luke le annuncia che lui e Prudence si sono sposati. Ed è così che un differente tipo di famiglia viene alla luce. Dalla sceneggiatrice Liz Feldman (2 Broke Girls) e dalla produttrice esecutiva Ellen DeGeneres una nuova comedy su una famiglia che nessuno si aspettava.

State of Affairs

Ogni giorno il Presidente degli Stati Uniti d’America si trova di fronte a decine di decisioni tra la vita e la morte. Stabilire a quali grandi crisi internazionali il Paese debba dare la priorità è compito dell’analista della CIA Charleston Tucker (Katherine HeiglGrey’s Anatomy), la quale organizza i briefing quotidiani del Presidente. Questo elenco di problematiche importanti per la nazione chiamano Charleston e il suo fedele e brillante team di analisti presso l’agenzia a giudizi morali e politici. Campi minati della politica in cui muoversi a parte, Charlie ha un rapporto personale con il Presidente (Alfre WoodardDesperate Housewives) molto stretto, perché lei era fidanzata con suo figlio prima che un tragico attacco terroristico lo privasse della vita. Charlie è sopravvissuta a quell’attacco e ora è determinata ad assicurare i colpevoli alla giustizia. Naturalmente, gestire una vita privata complessa e una professione non da meno è una sfida, ma Charlie non demorde, sebbene a volte si spinga oltre i limiti per evitare di affrontare il dolore. Ma quando l’orologio segna le 2:00 del mattino, non le importa altro che il suo lavoro: proteggere la sua nazione, servire il suo Presidente e cercare di andate a fondo nell’omicidio del suo fidanzato, qualcosa che si rivelerà un mistero sconvolgente. Dallo sceneggiatore e registaJoe Carnahan (The Blacklist), un drama ad alta tensione, un thriller che potrebbe cambiare il modo di vedere la politica, la Casa Bianca e il mondo.

Storie:
  • M_90

    chicago fire, pd e the blacklist sono fantastici.. molto contento della scelta.

    • franky29

      io voglioooooo heroooooooooooooes :D