Maleficent recensione: fantasy a casa Disney

Di

maleficent recensione anteprima film disney angelina jolie poster

Siamo ormai abituati da anni a vedere trasposizioni di fiabe sul grande schermo e non potevamo perderci l’appuntamento con “Maleficent recensione” (leggi le nostre notizie relative al film). Abbiamo assistito a varie narrazioni che espandevano quanto conoscevamo da bambini…e non sempre abbiamo degli ottimi ricordi per quanto riguarda il passato più recente. Tra tutte le pellicole a tema “fiaba” degli ultimi anni, quello che ci piacque di più fu sicuramente “Hansel e Gretel Cacciatori di Streghe“; un trash-movie targato Wirkola, regista di “Dead Snow” uscito l’anno scorso.

Rimanemmo incantati dalla grafica usata nel “Grande e Potente Oz”, ridemmo come bambini con “Biancaneve e il Cacciatore” e abbiamo completamente rimosso “Cappuccetto Rosso Sangue”…ma dopo la notizia che per la prima volta la Disney avrebbe reso protagonista una strega cattiva, per di più interpretata dall’intramontabile Angelina Jolie. il nostro interesse fu immediatamente rinnovato.

L’uscita in sala è prevista per il 28 maggio, avrà soddisfatto le nostre aspettative?

maleficent recensione anteprima film disney angelina jolie

La storia della “Bella Addormentata” la conosciamo tutti. L’idea vincente della Disney sta proprio nel voler espandere quanto conosciamo a riguardo, mettendo sotto i riflettori la Strega Cattiva Malefica. Scopriamo così che dietro al personaggio malvagio, c’è una storia che ne motiva le sue azioni. Una storia molto “umana”, anche trattandosi di una creatura fatata, che riuscirà a creare un’empatia nei confronti della creatura più potente vissuta in un luogo fantastico.

Due erano i regni in costante lotta tra di loro: quello degli umani e la Brughiera. Il primo costituito da avidi, arrivisti e approfittatori umani. Il secondo da creature magiche che vivono in comunione con la natura. La più potente protettrice del secondo regno, si chiama Malefica. Una fata dalle possenti ali e dai formidabili poteri magici. Nessuna creatura nasce cattiva, ma la perdita delle sue piumate appendici, la trasformerà in ciò che conosciamo.

Il legame con Aurora (la Bella Addormentata sulla quale lancia il suo maleficio), l’incontro con colui che l’ha tradita e la scoperta del “Vero Amore” saranno le basi sulle quali scopriremo la vera storia dietro la fiaba.

Se come noi pensavate di essere di fronte a un film Disney diverso dal solito, dobbiamo subito disilludervi. Nonostante la protagonista sia una strega cattiva, il prodotto finale è pienamente una fiaba della famosa società. Pensavamo di vedere una pellicola lontana dal genere “classico” che ci ha regalato così tanti bei ricordi, ma alla fine abbiamo dovuto chinare il capo.

“Maleficent” è una magica storia in grado di far riaffiorare tutti gli elementi, per cui la società del fu Walt è diventata famosa nei decenni. Dal materiale promozionale presentato speravamo di assistere a una pellicola più “fantasy”, come taglio e genere, ma il risultato finale è una nuova storia che si aggiunge alla loro collezione dei successi…perché sicuramente riuscirà a far ricredere molti sul genere “fiaba”.

La CGI è superba. Il 3D è saggiamente sfruttato in ogni fotogramma del film. Le scene di combattimento, nonostante la violenza più accentuata per una pellicola del genere, sono ben realizzate e la narrazione, per quanto lineare e facilmente intuibile fin dall’inizio, fa il suo lavoro…ma allora perché sentiamo un pochino di amaro in bocca?

Saremo forse troppo “bigotti” quando si toccano elementi della cultura popolare così radicati nel Vecchio Continente, ma per quanto tutto risulti molto apprezzabile, il genere “Nuova Fiaba” non riesce proprio a rapirci. Accettiamo l’idea di voler modificare parte della storia e ampliare quanto non ci è stato raccontato nel passato, ma non siamo in grado di accettarlo quando il nuovo tema proposto vuole provare a sostituire la morale della favola.

Non possiamo ovviamente svelarvi ora il perché di tutto questo, ma vogliamo prepararvi a un nuovo corso dei valori Disney rilanciato con “Frozen”…e abbiamo già scritto troppo per i lesti di mente!

Un film per le famiglie con una superba Angelina Jolie che sembra essere nata per interpretare quel ruolo.

maleficent recensione anterpima foscoIl premio HDmagazine lo vince Fosco (da non confondere con il fusco pungente!), il corvo di Malefica. Egli sarà le nuove ali della strega cattiva, dopo aver perso le proprie, e tutte le sue trasformazioni si dimostreranno particolarmente utili. Unica pecca, il solito drago con 4 arti anziché 6 (2 gambe e 2 braccia/ali anziché 4 zampe e 2 ali), ma ormai ci abbiamo fatto purtroppo l’abitudine…