Maggie: The Walking Schwarzy

Di

Avete appena visto il trailer di Maggie che potrebbe diventare un film davvero interessante. In questi tempi dominati dagli zombie cinematografici, fumettistici e videoludici una pellicola così si inserirà perfettamente.

L’atmosfera alla ‘The Walking Dead’ è palpabile e questo non è un reato, anzi se il film risulterà essere coerente, sarà una piacevolezza. Immaginate Mad Max, di certo non tutti i film fallout fatti dopo questo, erano delle copie. L’atmosfera è esattamente post-apocalisse zombie, il tema sembra essere quello che pervade molti film del genere: la crisi emotiva per la ‘zombificazione’ di una persona cara.

Dopo tutto è un dramma quasi horror in cui Shwarzy cerca di difendere sua figlia Maggie (Abigail Breslin) da praticamente tutto. Uomini, dottori altri mostri e via dicendo, cercherà per lei perfino una cura. I temi sono parecchi: la responsabilità genitoriale, le famiglie in crisi, ma ciò che potrebbe essere davvero importante è la ricerca che Arnold sta facendo, su come fa un attore action ad avere a che fare con l’età che avanza. Questo sembra essere il tema di tutti i suoi ultimi film, quindi massimo rispetto.

Ci teniamo a segnalare che la produzione del film è indipendente, ed è una bella notizia (Gold Star Films, Silver Lining Media Group, Inferno Entertainment, LotusEntertainment, Silver Ree) mentre la distribuzione ovviamente no, appartiene alla Lionsgate / Roadside Attractions.

IL 22 Aprile debutterà al Tribeca film Festival, mentre il 22 Maggio potremo ammirarla nelle sale di tutto il mondo. Buona fortuna Maggie.

Maggie