Machete e Machete Kills: recensione cofanetto Blu-Ray

Di

machete & machete kills (1)

Ci siamo esaltati con l’epico Signore degli Anelli, abbiamo sofferto l’inquietudine e i silenzi di Gravity e vissuto l’arte di Sin City. E poi c’è Machete. E Machete Kills…che significa Machete uccide. Se anche voi percepite subito la poesia di un titolo del genere…beh, che ci fate qui a leggere la recensione di questo cofanetto?

No, davvero, serve una recensione per l’arrivo di Machete e Machete Kills in home video?

Forse per qualcuno si, e con l’occasione dell’uscita dell’ultimo film in Blu-Ray/ DVD in attesa, sperando che arrivi, di “Machete Kills Again…In Space“, vediamo di analizzare questo cofanetto.

Parliamo innanzitutto dei due titoli e della loro alchimia, qualcosa che nasce non da una trama solida e complicata ma piuttosto da un personaggio, interpretato da Danny Treyo. L’uomo dal volto scavato da cicatrici, non esattamente il classico belloccio d’azione ma una versione distorta di James Bond che, come il noto agente segreto, fa strage di donne. Un mix di generi e ispirazioni, Machete si posiziona a metà tra l’uomo e la leggenda e anche la più stupida delle affermazioni, dalla sua bocca, esce come frase epica.

machete & machete kills (8)

Per i pochi che non hanno visto i due film eviteremo di parlare della storia ma sappiate che nel primo capitolo il mix di squartamenti e azione vale l’acquisto, specie considerando le influenze da Sin City e con il bonus di “LiLo” in una parodia di se stessa. Senza contare la presenza delle “gemelline” di Lindsay…

Un titolo ricco di star note e con una particolarità: Michelle Rodriguez non muore. In realtà l’attrice con il suo personaggio riesce a sopravvivere a ben due film, pagando in ognuno lo scotto di un’occhio. Un bel record se si considera le morti in Fast & Furious, in Resident Evil (più volte) e in Avatar…anche se l’attrice sembra essere abbonata al personaggio che “muore ma poi ritorna”.

Considerazioni sulla Rodriguez a parte, ritorniamo a parlare dei due film. Sicuramente il primo è quello che spicca di più e soddisfa al 100% mentre il secondo deve convivere con qualche falla e alcuni tempi morti che rendono il ritmo altalenante. Per la recensione andate qui a leggere cosa ne pensa il buon Il Mate…concordiamo su quasi tutto.

machete & machete kills (1)

Video

Premesso che per i fan l’acquisto è obbligatorio, vediamo di analizzare le qualità di questa edizione in modo da dare un’idea agli incerti. Il cofanetto, innanzitutto, è un modo per recuperare i due film da parte delle nuove generazioni o dei più “anziani” che si sono persi le due uscite al cinema, specie il primo capitolo.

Fin dai primi minuti si nota subito l’effetto pellicola rovinata che convive con conversione caratterizzata da un’immagine ricca di dettagli, priva di difetti  e con una saturazione dei colori a cui il regista non è nuovo. Le parti sgranate e le sezioni di pellicola “bruciata” piazzate in alcune scene riescono a sposarsi bene con l’alto livello di dettaglio che permette addirittura di tracciare la mappa dei solchi sul volto di Danny Trejo, oltre a restituirci i paesaggi di Messico e Texas con una tinta più calda che aiuta a sentirci all’interno del film.

Interessante, seppur classica, la scelta nel secondo capitolo di alternare le tinte calde a quelle più fredde e sci-fi, un ottimo mix che fa da apri-strada al terzo capitolo nello spazio dove ci aspetterà una decisa virata al blu. Insomma la scelta del regista di comunicare tramite le dominanti cromatiche nei due film è perfetta, così come lo è la conversione di questi elementi dalla pellicola cinematografica all’home video.

machete & machete kills (4)

Audio

Come spesso accade nelle conversioni, la cura per la traccia originale è migliore di quella della versione italiana. Nel caso del primo film, però, abbiamo addirittura il Dolby Digital e il DTS-HD ITA (oltre a DTS-HD ENG) mentre per il secondo abbiamo, il DTS-HD a 5.1 canali per entrambe le lingue. La cura nella scena sonora, nella chiarezza del parlato e nella gestione del surround è di buon livello ma la traccia ITA (per tutti e due i film) sembra più ovattata, specie nelle sparatorie e nei bassi. Sia per la detonazione dei colpi, per le esplosioni e per il rimbalzo dei bussolotti a terra abbiamo sentito film con un’effetto migliore.

Con il DST in lingua originale la situazione migliora: in generale, però, questo aspetto avrebbe potuto essere più curato. Ovviamente non possiamo dire che l’audio del film fa acqua da tutte le parti dato che l’unico difetto è quello evidenziato: per il resto la traccia è ottima, ancora di più se si considerano le musiche di una colonna sonora azzeccatissima e il mix generale dei vari elementi che non va mai a prevaricare i dialoghi.

machete & machete kills (5)

Contenuti speciali

Trattandosi in entrambi i casi di film con un singolo Blu-Ray i contenuti extra non sono troppi e viene proposta una selezione abbastanza classica che include scene tagliate ed estese, making of e trailer. Nonostante la quantità non sia eccessiva, la qualità è ottima dato che i vari contenuti sono presentati in Full HD mentre l’audio di questa sezione è un semplice Dolby Digital 2.0 in inglese con sottotitoli.

Sezione senza infamia e senza lode quella degli extra, forse si poteva fare di più ma probabilmente ci sarà una dotazione più ricca in un eventuale cofanetto con la trilogia…sempre che il terzo film si faccia!

machete & machete kills (3)

Conclusioni

La serie di Machete è infatti particolare nel suo genere: il primo film è nato dalle reazioni del pubblico che ha amato il personaggio del mini trailer proiettato con Grindhouse. Il film è quindi arrivato e ha ottenuto un buon successo, lanciando una nuova pulce nell’orecchio degli spettatori: “Machete tornerà in Machete Kills e in Machete Kills Again”.

Ancora una volta, quindi, Rodriguez ha sfruttato l’occasione di scoprire il parere degli spettatori e, nonostante non avesse pianificato il secondo capitolo, i feedback lo hanno convinto a procedere. Purtroppo il secondo capitolo non ha replicato il successo di massa del primo, sebbene i fan (e noi ci includiamo in tale categoria) lo abbiano apprezzato. Speriamo vivamente che Rodriguez porti a termine la trilogia…vogliamo vedere Danny che combatte con un Machete laser.

A conti fatti siamo soddisfatti di questi due titoli e dell’edizione Blu-Ray, un acquisto obbligatorio che offrirà un’intrattenimento puro e genuino e si presterà a più visioni, specie in compagnia degli amici. Un cast stellare, citazioni a profusione, azione ed una buona qualità generale fanno di questi due film un must da includere nella propria videoteca.

Inoltre, se non conoscete Danny Trejo (davvero??), nomi come Steven Segal, Mel Gibson, Jessica Alba, Michelle Rodriguez e Robert De Niro non possono non attirarvi. E che dire poi di Lady Gaga, di Vanessa “Disney” Hudgens e di Lindsay “Disney” Lohan o infine Charlie Sheen? Insomma, quell’uomo è stato il protagonista di Due Uomini e Mezzo e la macchietta in diversi Scary Movie…e ora fa il presidente degli USA!

machete & machete kills (2)

  • rijkaard90

    l’uno era trash, ma aveva un minimo di storia sensata, il 2 era ancora più esagerato in tutto, sinceramente non mi è piaciuto

    • Ilmate

      Il ritmo del primo era STREPITOSO! Da quando si schianta in macchina per buttare giù un muro, all’inizio del film, è un crescendo unico. Anche io sono uscito amareggiato dal secondo, perché speravo in un “capolavoro” come il precedente, però ho visto roba peggiore dai.

      • rijkaard90

        si forse non mi sono fatto capire bene, il primo mi era piaciuto(considerando il genere) è il secondo che non mi è sembrato all’altezza del primo