Game of Thrones 4×06: un ritorno in grande stile

Di

game of thrones 4x06 recensione spoiler

Nuovo appuntamento settimanale nelle terre di Westeros con “Game of Thrones 4×06″ (leggi le nostre notizie a riguardo) e questa volta, finalmente ci siamo. La sesta puntata è densa di eventi e ci ricorda il motivo per il quale questa serie TV è seguita da milioni di telespettatori…Sapevamo che sarebbe arrivato il momento in cui la scimmia che sembrava essersi sopita sulle nostre spalle si sarebbe destata e ora ha le proporzioni di Godzilla!

Peter Dinklage meriterebbe un Oscar, una statua d’oro massiccio (NDR: in proporzioni almeno doppie rispetto il soggetto originale) e un nobel a scelta…

Oltre l’immagine usata come blocco, troverete molti spoiler su quanto accaduto.

game of thrones 4x06 recensione spoiler puntata

La soluzione proposta da Davos per Stannis è molto semplice…La Banca di Bravos ha un credito delle dimensioni del suo Titano nei confronti del trono dei sette regni e Stannis è l’uomo che fa per loro se vogliono rivedere le loro monete d’oro. Il discorso tra i bancari e il re, relativo ai numeri, è qualcosa di fantastico. Un ottimo inizio ricco di aspettative future.

Theon/Reek non ci ha entusiasmato. Sicuramente delle scene molto interessanti, ma troppo veloci per una decina di minuti della puntata. Reek è un uomo spezzato, schiavo di un pazzo sadico che dovrà rendersi utile ancora una volta…

I draghi di Daenerys continuano a crescere, in special modo quello nero di nome Drogon, che preferisce la carne di pecora…In quanti si sarebbero aspettati che il piatto della merenda fosse quel bambino? Chissà se in futuro le sue creature cambieranno “gusti”…Governare un regno richiede di essere giusti; ma esiste una giustizia “assoluta” come la Madre dei Draghi pensava?

Le storie che ci vengono proposte ad Approdo del Re, hanno del fantastico. Sono indubbiamente molto veloci per chi come noi ha letto i libri,ma il ritmo è calzante e ci sono piaciute. Una pianificazione perfetta atta a mostrarci tutti i pezzi della scacchiera che gravitano intono al nuovo re Tommen.

Se il motto dei Batatheon era “Our is the fury”, con il giovane bambino al comando suonerebbe meglio come “Our is the furry!”. Per questo motivo l’uomo dietro al trono, il primo cavaliere Tiwyn Lannister, ha organizzato tutto alla perfezione per avere a disposizione quello che cercava. Molti potevano pensare che fosse interessato a vedere morto suo figlio Tyrion, ma ecco che scopriamo qual’era il suo vero obiettivo…Tutto doveva essere fatto per far cambiare idea a Jaime, facendolo diventare il signore di Castely Rock. Un plauso agli showrunner che con la semplice risposta immediata dell’attore, nel colloquio privato tra padre e figlio, sono in grado di farci capire tutto quello che c’era dietro.

L’altro protagonista assoluto dell’ultima mezza ora, è Peter Dinklage…Non ci sono parole abbastanza azzeccate per descriverlo. Assoluto, emozionante, carico di passione e in grado di mostrarci una delle sue migliori interpretazioni (NDR: non vediamo l’ora di vederlo nel nuovo film “X-Men Days of Future Past“). Indescrivibile. Combatterà Tyrion in prima persona o ci sarà nuovamente un campione per lui? Sarà ancora Bron?

Per quanto riguarda il nostro Gioco di Tette, siamo finalmente arrivati a una puntata carica di “coppe” in bella vista!

Giochi di Tette: 14