Almost Human 1×09: “Unbound” SPOILER

Di

Almost-Human-Are-You-Receiving-03 recensione you are here

Finalmente riprendono le puntate della serie fantascientifica targata J.J. Abrams con l’episodio di “Almost Human 1×09″ (leggi le nostre notizie a riguardo) dal titolo “Unbound”. Dobbiamo ammettere che queste settimane di blocco hanno aumentato il nostro interesse nei confronti di questa prima stagione.

Riusciremo finalmente ad avere quello che cerchiamo dalla serie che vede protagonista Karl Urban?

almost human 1x09 you are here recensione spoilerIl progetto XRN potrebbe essere ciò che il Sindacato cercava all’interno della stanza in cui sono custodite le prove. Gli androidi di quel modello erano specificatamente sviluppati per operazioni di guerra e volevano essere utilizzati dalla polizia prima dei nuovi sintetici. L’esperimento non fu propriamente un successo e solo uno di quei robot riuscì a fare una strage. Ciò che rimane del prototipo è solo una testa, tenuta come prova. L’idea di farci arrivare un androide per poterla recuperare ci è piaciuta e il risultato è una storia che ci mostra a cosa può portare la vendetta di un uomo distrutto.

Un geniale dottore in grado di creare macchine con un’anima, vide demolito il suo lavoro di una vita…Avrà anche passato anni alla ricerca del modo più opportuno per ottenere ciò che voleva, e finalmente ora ha tutto quello di cui ha bisogno per costruire il suo esercito personale.

Finalmente abbiamo una pista da seguire. Non siamo sicuri che possa centrarci il Sindacato con questo nuovo antagonista principale presentato nell’ultima puntata, ma almeno ora abbiamo un filo conduttore che unisce i prossimi appuntamenti. Mancano i soliti botta e risposta tra Dorian e John, e l’altra cosa che non abbiamo digerito è come possa trovare utile il detective protagonista il prendere a pugni un robot, ma la puntata ci è piaciuta molto.

Ci diciamo soddisfatti e auspichiamo una storia generale più concreta in grado di legare meglio le puntate e l’eventuale prossima stagione.

  • Maurizio Mugelli

    mmm… la scorsa puntata sembrava un remake di runaway (il film di meta’ anni 80 con tom selleck) ma questa ha decisamente preso tinte da judge dredd.
    questa faccenda del “muro” cambia totalmente le carte in tavola e la percezione di un futuro un po’ distopico ma fondamentalmente “as usual” che avevamo fino ad adesso, e non di poco.
    niente male per una serie che sembrava essersi un po’ persa.